Via Bologna, 1 - 41049 Sassuolo (MO) • Tel. +39 0536 882599 - Fax +39 0536 882073
E-mail mops080003@istruzione.it - PEC mops080003@pec.istruzione.i • C.F. 93038940362 - Cod. MIUR: MOPS080003
Mercoledì del Formiggini

Mercoledì 13 febbraio
ore 20.30
Sala Biasin - Sassuolo

 

Le vicissitudini del confine orientale
Il dramma delle foibe e dell’esodo nella Venezia Giulia schiacciata da opposti nazionalismi
 
prof. Gianluca Pasini

 

In forza della legge 92 del 30 marzo 2004, il 10 febbraio è diventato il Giorno del Ricordo. Fra il settembre 1943 e l’estate 1945 nella Venezia Giulia, allora italiana, più di diecimila connazionali furono trucidati nelle foibe dai partigiani comunisti jugoslavi. Fatti oggetto di intimidazione e violenze, trecentocinquantamila italiani presero la via dell’esilio. Il Trattato di Pace del 10 febbraio 1947 sancì poi che quelle terre non dovessero più essere italiane. Di questi eventi drammatici e luttuosi si fa memoria, inquadrandoli e spiegandoli nel contesto storico e geopolitico del “secolo breve”. L’analisi sarà corredata da filmati dell’epoca, anche inediti.

 

 

 

 

 

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.